MotoGP 2017, Marc Marquez: “Rossi è un idolo, ma non ci andrei mai a cena”

Dopo la pausa pasquale la nuova stagione 2017 di MotoGP riprende la sua corsa al titolo mondiale con il Gran Premio Stati Uniti, in programma il prossimo weekend ad Austin, in Texas, dal 21 al 23 aprile.

Il campione del mondo in carica, Marc Marquez, non ha avuto un buon inizio di stagione, considerato il quarto posto al primo appuntamento in Qatar e la sfortunata caduta nella seconda tappa disputata in Argentina quando era al comando della gara.

Il leader del mondiale è Maverick Vinales, neo pilota della Yamaha M1, il quale ha trionfato sia in Qatar che in Argentina e vorrà proseguire la scia di vittorie consecutive riprendendo proprio da Austin, in Texas. Anche Valentino Rossi, malgrado le sue difficoltà di feeling con l’anteriore della sua M1 nelle libere e soprattutto nelle qualifiche, in gara è tutto un’altra storia e sta dando filo da torcere a tutti.

Anche Marc Marquez sembra non aver trovato ancora il feeling ideale in sella alla Repsol Honda, ma il circuito di Austin è il suo preferito da sempre che gli ha regalato bellissime soddisfazioni. Considerato lo splendido inizio di stagione di Vinales, ora come ora lo spagnolo ha un solo e vero rivale ossia Valentino Rossi. Stando a ciò che ha riportato ‘Motosprint’, il campione in carica ha rilasciato alcune dichiarazioni parlando proprio del pilota di Tavullia:

“Qui siamo in competizione, tutti vogliamo vincere ogni volta che scendiamo in pista, l’importante è rispettarsi come sportivi. Non andrei a cena con Rossi, ma questo vale per tutti i miei avversari. Siamo colleghi non amici. Gli amici sono quelli della mia infanzia e che resteranno per tutta la vita”.

Marc Marquez al termine dell’intervista ha parlato anche dei suoi idoli:

“Ho avuto tanti idoli, li ho sempre presi come punti di riferimento. Valentino è uno di quei idoli e ancora oggi sto attento al modo in cui gestisce le corse. Ora anche Vinales è diventato un punto di riferimento. Bisogna ispirarsi ai propri rivali per imparare a crescere”.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *